Gianfranco Perla: “Stagione difficile ma non abbiamo mai mollato. Ora torniamo in campo”

La stagione della Juniores nazionale dovrebbe ricominciare il 13 febbraio, quella della Talent Academy, di fatto, non si è mai fermata. Facciamo il punto della situazione con Gianfranco Perla, direttore generale della scuola di perfezionamento calcistico presieduta da Franco Melotti.

Gianfranco, una stagione a dir poco complicata.
“Inutile negarlo, da marzo 2020 stiamo vivendo una situazione davvero terribile, in cui le difficoltà a livello calcistico scendono in secondo piano rispetto ai tanti morti causati dalla pandemia, ai drammi sociali ed economici che stiamo ancora vivendo. La speranza è che, anche grazie ai vaccini, stiamo scavallando la montagna e tra poco inizia la discesa: speriamo in un 2021 migliore da tutti i punti di vista, anzi crediamoci”.

Come avete vissuto gli ultimi mesi con i ragazzi?
“A settembre sembrava tutto normale, o quasi, comunque la stagione è iniziata con il piede giusto. Da quando il campionato nazionale Juniores è stato sospeso, ci siamo dovuti inventare un nuovo modo di fare attività sportiva, ma non abbiamo mai lasciato solo il gruppo di ragazzi, che comunque nelle nostre strutture ha continuato a vivere. Abbiamo adottato le più rigorose misure di sicurezza, i ragazzi sono stati bravi ad adattarsi alla situazione nella quotidianità e anche nella frequenza scolastica, seppur a distanza. E anche l’attività sportiva non si è mai completamente interrotta”.

Come avete fatto?
“Abbiamo semplicemente rispettato le leggi e le direttive federali. I nostri preparatori atletici sono stati bravissimi a studiare programmi personalizzati affinché tutti rimanessero il più in forma possibile, diciamo così. E non abbiamo tralasciato nulla, a partire dal regime alimentare. Quando è stato possibile riprendere con gli allenamenti, seppur in forma individuale e senza gioco di squadra, lo abbiamo fatto, riprendendo la nostra cadenza di sedute quotidiane. Noi siamo una scuola di perfezionamento calcistico, a scuola si va tutti i giorni…”

E adesso?
“Adesso vediamo la luce in fondo al tunnel. Se tutto va bene, riprenderemo le partite ufficiali il 13 febbraio. Intanto, visto che la Federazione ha dato il via libera, iniziamo un programma di amichevoli. Speriamo di farne una anche con il Torino Under 18”.

La stagione della Pro Vercelli in Juniores nazionale era iniziata bene.
“La squadra, che è interamente composta da giocatori della Talent Academy, aveva iniziato davvero molto bene, anche per merito dell’allenatore Elia Fanelli. Un gruppo tutto nuovo, che non aveva mai giocato insieme, con tanti ragazzi giovani e che non si erano mai confrontati con il professionismo, è riuscito a fare 4 punti nelle prime tre giornate di campionato, dimostrandosi perfettamente all’altezza della situazione. Ripartiremo da lì”.

Quindi sarà comunque una stagione proficua.
“Inutile negare le difficoltà, che sono sotto gli occhi di tutti, ma speriamo di sì. Vivere un ambiente professionistico e allenarsi in un contesto come il nostro è comunque un’esperienza formativa, e una stagione così difficile non può che rinforzare il carattere. Dobbiamo essere ottimisti”.