Nello Santin

Nello Santin (Eraclea, 3 luglio 1946), difensore tutto grinta, corsa e cuore, ha collezionato 274 presenze e 5 gol in serie A con le maglie di Milan, Sampdoria, Torino e Vicenza, più 6 gettoni e una rete in serie B.
Il Milan lo scova a 13 anni nell’oratorio di San Giovanni, l’esordio in Serie A arriva nel settembre del 1963. Sette stagioni con la maglia rossonera, non sempre da titolare ma con un curriculum impressionante: scudetto (1967-68); Coppa dei Campioni (1969), Coppa Intercontinentale (1969), Coppa delle Coppe (1968), Coppa Italia (1967). Memorabile l’incredibile salvataggio sulla linea di porta a Cudicini battuto nella semifinale di Coppa dei Campioni contro il Manchester Utd nel 1969.
Ceduto in prestito al Lanerossi Vicenza nella stagione 1970-71, a fine campionato passa a titolo definitivo alla Sampdoria, dove rimane tre anni. Approda nel Torino di Gigi Radice, in granata vince da protagonista lo scudetto 1975-76, l’ultimo della Maratona. Da una sua galoppata scaturì l’autorete di Re Cecconi e il pareggio esterno contro la Lazio alla 27ª giornata, un punto che risultò fondamentale nella lotta contro la Juventus per la conquista del titolo. Dopo altri tre campionati sotto la Mole, la cessione nella stagione 1979-80 al Vicenza in Serie B.
Meno successi per Santin da allenatore, l’apice sulla panchina della SPAL in Serie C2. Attivo anche in alcune società del panorama dilettantistico piemontese, Nello Santin è il direttore tecnico della Talent Academy, di cui disegna le linee di allenamenti insieme ai coordinatori tecnico Christian Manfredini e Fabrizio Capodici. A volte indossa ancora la tuta per scendere in campo con i ragazzi, cui svela qualche segreto in particolare sulla fase difensiva.

Leggi l’intervista a Nello Santin