Praino: “Ce la giochiamo con tutti, vogliamo crescere come squadra e come singoli”

“Vogliamo crescere, come squadra e nei singoli giocatori, e alzare il livello della competizione partita dopo partita”. È questo l’obiettivo, dichiarato fin dall’inizio della stagione, del Gozzano iscritto fuori classifica al campionato Under 19 (i rossoblù infatti disputano anche il campionato Berretti) e composto dai giocatori della Talent Academy.

A spiegarlo è l’allenatore Salvatore Praino, che è anche direttore tecnico e istruttore nella società di perfezionamento calcistico presieduta da Franco Melotti: “Finora abbiamo raccolto poco in termini di risultati, ma ce la siamo sempre giocata con tutti, se guardiamo i primi tempi avremmo ottenuto molto di più, anche con la prima in classifica siamo andati all’intervallo sull’1-1. Paghiamo errori individuali, spesso in fase di uscita, che ci costano dei gol, ma anche questo ha un senso: noi proviamo sempre a giocare a pallone, solo così possiamo migliorare, nessuno cresce a spazzare la palla in tribuna”.

Le difficoltà, dicevamo, erano ampiamente preventivate fin da inizio stagione: “La prima considerazione – continua Praino – è che le altre sono squadre vere e proprie, composte da giocatori che magari giocano insieme da anni e sono abituati a contesti importanti. Noi siamo un’accademia, composta da ragazzi che non hanno mai giocato in un campionato nazionale, sono senza esperienza e spesso sotto leva, visto che facciamo giocare anche i 2003. Tre di loro – Sarli, Biscardi e Bardo – sono stati aggregati alla rosa del Gozzano Under 17 e si allenano con loro ormai stabilmente: questo per noi è un grande successo”.

Infine c’è un giocatore che merita una citazione: “Preferisco sempre parlare della squadra e mai dei singoli – conclude Praino – ma è fuori di dubbio che Somma si sta mettendo in luce, è quello che da metà campo in su riesce a dare qualcosa di più, anche in termini realizzativi”.